Hotel Garni Airone a Bibione: aperto da maggio a settembre

Lo staff dell’hotel Airone di Bibione è aperto al pubblico da fine maggio sino a settembre. Tale scelta è giustificata dal fatto che è proprio questo il miglior periodo per vivere Bibione e la laguna. Ogni mese, poi, regala ai visitatori un genere di vacanza molto diversa, che riesce a soddisfare praticamente ogni genere di turista.
Se a maggio la cittadina è il punto di partenza ideale per visitare l’entroterra, le sue bellezze artistiche e i percorsi enogastronimici, a giugno, così come a luglio, Bibione è perfetto per tutti coloro che vogliono organizzare vacanze sportive, in cui l’avventura, il mare e la scoperta del territorio siano protagonisti. Agosto è il mese del divertimento, sia esso sulla spiaggia che durante la notte. Settembre è perfetto per chi ama la solitudine e il relax, lontano dall’euforia del solleone.

 

Hotel per coppie a Bibione: perché raggiungere l’Airone hotel a maggio e giugno

 

Prenotare una camera sul finire del mese di maggio o lungo tutto il mese di giugno presso l’hotel Airone di Bibione è il modo migliore per scoprire i colori e i sapori autentici non solo di quest’incantevole cittadina, ma anche dei suoi dintorni. Situata su una penisola lagunare, a maggio e a giugno è possibile apprezzare la Bibione in fiore e ammirare i colori vividi della natura.
La scoperta di Bibione e dei suoi dintorni può partire dalla Litoranea Veneta, l’idrovia adoperata anticamente per raggiungere Trieste partendo da Venezia, oppure dalla laguna, fatta di lingue di sabbia e canneti, pesci e uccelli spesso unici della zona. Passeggiando all’interno del paesaggio lagunare ci si può imbattere nei casoni, le tipiche dimore dei pescatori realizzate unicamente con le canne e tutt’oggi visibili.
Maggio e giugno sono anche i mesi giusti per organizzare dei veri e proprio percorsi enogastronimici, capaci di unire il fascino di piccoli borghi al buon cibo e all’eccellente vino. In questo periodo è possibile raggiungere i borghi di San Michele al Tagliamento e la fiabesca Valgrande, per apprezzare le suggestioni di una natura incontaminata, così come delle bellezze storiche e artistiche conservate a Portogruaro, Concordia Sagittaria o Sesto al Reghena. Per cercare tutto il sapore della laguna il modo migliore è  percorrere la “strada dei vigneti dei Dogi”: solo così è possibile godere di tutto il buono che circonda Bibione.
Questi mesi sono anche i migliori per organizzare romantiche gite a bordo di un’imbarcazione lungo i canali della laguna e ammirare la bellezza e la quiete primaverile di Bibione, oltre che servirsi del suo benefico centro termale.